Chiedere contributi per interventi edilizi su edifici di culto e assimilati

Chiedere contributi per interventi edilizi su edifici di culto e assimilati

All'interno del fondo speciale per le opere di urbanizzazione di cui all'articolo 12 della legge 28 gennaio 1977, n. 10 è annualmente destinata prioritariamente una quota non inferiore al 5% e non superiore al 30% dei proventi derivanti dagli oneri per le opere di urbanizzazione secondaria, alla categoria di opere concernenti le chiese e gli altri edifici religiosi.

Come previsto dalla Legge regionale del 24/01/1992, n. 12 la quota effettiva da determinarsi all'interno del limite massimo del 30% viene annualmente stabilita da ogni Comune in base alle necessità oggettive di esecuzione delle opere.

Nella categoria di opere sono compresi gli edifici per il culto e quelli per lo svolgimento di attività senza scopo di lucro, funzionalmente connessi alla pratica di culto delle confessioni religiose.

La Legge regionale del 24/01/1992, n. 12, articolo 2 prevede che la domanda deve essere presentata al sindaco del Comune entro il 31/10 di ogni anno, corredandola con la documentazione del fabbisogno e con i progetti delle opere con i relativi preventivi comprensivi dei costi di acquisizione delle aree e della progettazione.

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
Ultimo aggiornamento: 06/04/2023 15:22.12